Studi sulle piante: conclusioni

L’importanza naturalistico-scientifica del Biotopo Brusà-Vallette, considerato area di tutela paesaggistica di interesse Regionale di competenza degli Enti locali, è evidente, sia sotto l’aspetto floristico che sotto quello vegetazionale. Nell’area si ritrovano specie ormai da considerare rare in tutta la Pianura Padana: Euphorbia palustris, Leucojum aestivum, Salvinia natans, Sagittaria sagittifolia. Inoltre di particolare interesse sono alcune specie protette (L.R. Veneto n. 53 del 15/11/74): Nuphar luteum, Nymphaea alba, Typha angustifolia e Typha latifolia.

La rarità di queste specie va collegata alla continua riduzione degli ambienti umidi; le aree relitte con queste caratteristiche presenti nella Pianura Padana assumono un significato notevole, che richiede la valutazione di operazioni di tutela dei singoli ambienti (BOLDREGHINI, 1983). In questo senso gli indirizzi gestionali sono finalizzati al mantenimento delle caratteristiche naturali del biotopo:l’idea è quella di provvedere al restauro ambientale di quei tratti che si trovano in stato di parziale degrado (SBURLINO et al., 1989; PELLIZZARI et al., 2005).

E’ altresì importante lo sviluppo di ulteriori ricerche scientifiche, finalizzate alla conservazione dell’area e allo studio di tecniche di utilizzazione razionale delle risorse naturali presenti nel biotopo.



Loading


Foto del mese




Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.

iscriviti



Seguici su facebook