Combattente (Philomachus pugnax)-Gambet˛n



Caratteri distintivi
Descrivere il combattente è impresa in qualche misura problematica. I due sessi si differenziano in maniera abbastanza sensibile già  nelle dimensioni e nel peso ( lunghezza 28-29 e 22-23 cm., apertura alare 58 e 52 cm. circa, peso 130-230 e 75-150 gr. rispettivamente nel maschio e nella femmina ). La foto allegata alla scheda ci mostra un esemplare, ripreso in aprile in fase migratoria di ritorno al di fuori quindi del periodo riproduttivo, la cui livrea, se non si considerasse il vistoso arancione del becco, richiamerebbe forse di più, per l'evidente screziatura marrone chiaro delle parti anteriori prossimali, il sesso femminile. In quello maschile, nello stesso periodo, le stesse sono di solito più chiare. ‘E probabile che l'immagine abbia colto il momento transitorio che precede i pittoreschi ed accesi rituali di corteggiamento della femmina ( di qui il nome ) quando il maschio cambia completamente fisionomia per l'aspetto del piumaggio del vertice del capo e del collo che assume una foggia rigonfia dai colori più diversi. La vistosa metamorfosi spiega l'estrema povertà  dei richiami vocali, scarsamente utili. Per questa specie dunque la variabilità  di aspetto dei due sessi e dei singoli individui, soprattutto se rapportata alle diverse stagioni, è l'aspetto saliente da sottolineare.

Voce
-

Distribuzione generale
Il combattente, che sverna in Africa, compie un lungo viaggio migratorio verso il nord-est europeo per raggiungere i siti di riproduzione la cui latitudine sud, fatte salve eccezioni molto sporadiche che riguardano il continente centrale, coincide grosso modo con le Frisone olandesi.

Habitat
L'habitat è quello delle distese pianeggianti ricche di acque.

Alimentazione
L'alimentazione prevede in larghissima misura invertebrati. Può essere integrata, ma solo in inverno, non durante la riproduzione quando l'accrescimento dei pulcini rende necessario un forte apporto proteico, da qualche vegetale.

Riproduzione e uova
Il nido è situato a terra tra le erbe. La cova è compito esclusivo della femmina e si protrae all'incirca per tre settimane. Quattro le uova verdastre e mimetiche come sempre accade per le nidificazioni in spazio aperto; i pulcini, chiaramente nidifughi, sono alimentati per qualche giorno anche dalla madre.
 
Distribuzione e presenza nella riserva naturale palude Brusà – Vallette
di R. Pollo

Migratore regolare, si osserva nello sguazzo in gruppi numerosi nel mese di marzo.


Loading


Foto del mese




Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.

iscriviti



Seguici su facebook