Barbagianni – Barbagiàn

Tyto alba

Caratteri distintivi

Un ‘rapace notturno’ molto chiaro, con faccia bianca e zampe lunghe. Ha parti superiori arancio beige e parti inferiori bianco candido. Occhi neri. Senza ciuffi auricolari. Caccia di notte, ma talvolta anche di giorno. Quando è posato ha postura eretta, con lunghe zampe a X e grosso capo. Volo simile a quello di un pipistrello, con frequenti planate. La forma scura Tyto alba guttata, diffusa nell’Europa settentrionale e orientale, ha parti superiori più scure e parti inferiori color camoscio. Nidifica in fienili, campanili, rovine, ecc.

Voce

Un lugubre e prolungato grido, spesso in volo. A volte note sibilanti e grugnenti e altri richiami.

Distribuzione generale

Raro al Nord ma comune al Sud. Residente

Habitat

Zone a bassa quota, spesso nelle vicinanze di fattorie e villaggi. Frequenta ambienti con cespugli bassi, filari di siepi e vegetazione bassa.

Alimentazione

Un’ampia varietà  di piccoli mammiferi, in prevalenza topi e toporagni; anche uccelli e talvolta grossi coleotteri.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

Specie sedentaria, si osserva soprattutto nelle zone coltivate limitrofe alla palude in prossimità dell’area ex – canile e della Tombola, dove frequenta vecchi edifici nei quali nidifica. L’analisi degli ossicini contenuti nei suoi rigetti o borre ha permesso di risalire al tipo di alimentazione, costituita prevalentemente di micromammiferi (Arvicola di Savi, Topo selvatico,Crocidura minore, Toporagni) e piccoli uccelli ( Passeridi e Fringillidi).
Roberto Pollo

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.