Gabbiano reale

Larus argentatus

Caratteri distintivi

Dimensioni altamente variabili, con maschio considerevolmente più grande della femmina. Può essere facilmente confuso con la Gavina, ma si distingue per le notevoli dimensioni, il becco più massiccio (con macchia rossa sull’estremità  distale della mandibola inferiore) e le zampe rosa carnicino. A differenza di questa specie e della Gavina i gabbiani glauco e d’Islanda non hanno la punta delle ali nera. Mantello e faccia superiore delle ali grigio blu chiaro; punta delle ali nera punteggiata di bianco; resto del piumaggio bianco. Il piumaggio invernale è simile, ma leggermente striato su testa, collo e parte superiore del petto. I giovani si distinguono con difficoltà  da quelli dello Zafferano; in volo sembrano leggermente più uniformi, senza evidente banda subterminale della coda, ma con netto contrasto tra le remiganti primarie distali scure e le prossimali chiare (nei giovani di Zafferano tutte le remiganti primarie sono scure). Un gabbiano comune, decisamente più aggressivo dei congeneri.

Voce

Un ripetuto e aspro ‘kiou’ è il richiamo più comune, ma possiede un’ampia varietà  di altri richiami.

Distribuzione generale

Nidificante comune, localmente molto comune. Le popolazioni più settentrionali sono migratorie, ma le altre residenti.

Habitat

Nidifica in colonie lungo le coste, su scogliere, isole, spiagge e, negli ultimi anni, anche su edifici. Al di fuori della stagione riproduttiva ha habitat simili, ma si spinge più nell’entroterra, nei campi arati da poco e nelle discariche.

Alimentazione

Si nutre di ogni sorta di animale, vivo o morto, ma anche di materiale vegetale e di rifiuti.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

XXXX

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.

A seguito della pubblicazione del nuovo DPCM del 9 marzo 2020 su tutto il territorio nazionale, fino al 3 aprile, saranno in vigore le limitazioni nello spostamento e nello svolgimento delle varie attività. Per quanto riguarda l'Associazione Naturalistica Valle Brusà:

  • Annulate LE APERTURE DEL SECONDO SABATO E DELL'ULTIMA DOMENICA DEL MESE
  • Tutte le attività sono sospese fino al 3 Aprile
  • Sede CHIUSA fino al 3 Aprile

Capirete che questa non è una scelta ma una disposizione del Ministero della Salute al fine di "contenere" e combattere  questo virus.