Gabbiano comune – Gabiàn

Larus ridibundus

Caratteri distintivi

Un gabbiano snello, con cappuccio scuro. Gli adulti si riconoscono in tutte le stagioni per gli apici delle remiganti primarie neri, margine anteriore delle ali bianco, becco e zampe rosso scuro. In estate ha testa bruno cioccolato con nuca bianca; dorso e ali grigio blu; resto del piumaggio bianco. In volo è ben visibile la faccia superiore delle ali blu grigio chiaro, con copritrici e remiganti primarie distali bianco candido (apici delle remiganti neri); sottoala bianco con pannello posteriore scuro. In inverno ha testa bianca con macchie sulle copritrici auricolari bruno scuro e, talvolta, con alcune barre scure sul vertice. I giovani hanno cappuccio bruno chiaro e parti superiori maculate di bruno rossiccio; collo, parti inferiori, groppone e coda bianchi; coda con band terminale nera. Un uccello molto attivo, spesso in grandi stormi.

Voce

Rumoroso, con Voce rauca. Richiamo un acuto ‘kuarr’ e un breve e leggero ‘kik’, spesso ripetuti diverse volte.

Distribuzione generale

Nidificante comune e parziale migratore per tutta l’Europa; in diminuzione.

Habitat

Sia nell’entroterra che lungo le coste; nidifica, sverna e si foraggia in un’ampia varietà  di habitat. Nidifica in prossimità  di acque basse e calme; coloniale.

Alimentazione

Dieta molto variata: materiale animale e vegetale, ma anche rifiuti umani. Cattura invertebrati sul terreno.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

Migratore regolare, svernante, occasionalmente estivante. E’ il gabbiano più facile da osservare; tutto bianco con macchiette scure intorno all’orecchio. In primavera la testa tende a diventare nera.
Roberto Pollo

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.