Rospo comune

Bufo bufo

Identificazione

Il corpo del rospo comune appare tozzo e verrucoso; le pupille sono orizzontali e le ghiandole parotoidi divergenti (carattere diagnostico per poterlo distinguere da B. viridis). Dorsalmente può essere color sabbia, grigio, rossastro, oliva o brunastro con macchie o marmorizzature brune o nerastre. Il dimorfismo sessuale è molto spiccato: i maschi sono più piccoli delle femmine. Gli arti anteriori nei maschi sono molto più robusti e il primo dito interno della mano sviluppa una grossa callosità , più evidente durante il periodo riproduttivo.

Distribuzione

E’ presente in quasi tutta l’Europa ad eccezione di Irlanda, Corsica, Sardegna, Baleari, Malta, Creta e altre isole minori; è presente nell’Asia centro-occidentale e in Africa nord-occidentale, in tutta l’Italia peninsulare fino alla Sicilia.

Abitudini

B. bufo frequenta una grandissima varietà  di ambienti, anche piuttosto asciutti e fortemente antropizzati. Conduce vita terrestre tranne che nel periodo degli amori, in cui si reca in laghi, pozze, paludi o canali. Prevalentemente la sua attività  è notturna e crepuscolare e di giorno si nasconde in un rifugio abituale. L’ibernazione e l’estivazione possono avvenire in anfratti del terreno, sotto le pietre, in tane di altri animali o scavate dal rospo stesso. Si nutre di vari tipi di invertebrati, qualche volta anche piccoli vertebrati come i topolini; è preda di vari uccelli e mammiferi, ma soprattutto di serpenti del genere Natrix (es. biscia dal collare). La fregola di solito inizia in marzo-aprile; la migrazione per avvicinarsi ai luoghi di riproduzione avviene poco prima della fregola in modo massiccio. L’accoppiamento è ascellare, può avvenire sia dentro che fuori l’acqua e dura 1-2 settimane. La schiusa delle uova, deposte in acqua in lunghissimi cordoni, avviene dopo circa 2 settimane. La metamorfosi avviene in 2-3 mesi. Il maschio raggiunge la maturità  sessuale a 2-3 anni di età , la femmina a 3-4 anni.

Specie simili

Può essere confuso con il rospo calamita presente nell’Europa centrale e occidentale. E’ simile anche ai pelobati (famiglia Pelobatidae).

Variabilità

Nelle zone più meridionali del loro areale possono essere più grandi e dalla pelle più spinosa.

Curiosità

Se molestati e presi in mano quasi sempre fanno la pipì.

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.

    Un anno di rilievi nell’0asi del BrusàGUARDA IL VIDEO