Cinciallegra

Parus major

Caratteri distintivi

La più grande delle cince comuni. Testa nera con guance bianche, parti superiori verdi, parti inferiori gialle con ampia banda nera dal petto alla regione cloacale, ali blu verdastre con banda alare bianca e apici delle remiganti terziarie bianchi, coda blu nerastra marginata di bianco e forte becco nero. La piccola macchia giallastra sul collo ricorda quella della Cincia mora, nella quale però è più grande e bianca. Nel maschio la banda nera è più larga che nella femmina e si estende tra le zampe. Giovani come gli adulti, ma più pallidi. Si nutre spesso sul terreno e sulla parte bassa degli alberi e dei cespugli. Nelle vicinanze degli insediamenti umani spesso nidifica nelle cassette-nido.

Voce

Variabile. Richiami ‘uiit’, ‘ciiurr’, ‘pink’, (come nel Luì piccolo), ‘ticia’, ecc. Canto ‘ti ti ce, ti ti ce’, e variazioni.

Distribuzione generale

Abbondante. Residente, ma le popolazioni settentrionali in autunno si spostano verso Sud.

Habitat

Frequenta un’ampia varietà  di aree boschive e semi aperte, quali boschi misti e decidui, parchi, giardini, ecc. Durante la migrazione anche in aree arbustive prive di alberi, come la Cinciarella.

Alimentazione

Invertebrati, semi e frutti.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

XXXX

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.

A seguito della pubblicazione del nuovo DPCM del 9 marzo 2020 su tutto il territorio nazionale, fino al 3 aprile, saranno in vigore le limitazioni nello spostamento e nello svolgimento delle varie attività. Per quanto riguarda l'Associazione Naturalistica Valle Brusà:

  • Annulate LE APERTURE DEL SECONDO SABATO E DELL'ULTIMA DOMENICA DEL MESE
  • Tutte le attività sono sospese fino al 3 Aprile
  • Sede CHIUSA fino al 3 Aprile

Capirete che questa non è una scelta ma una disposizione del Ministero della Salute al fine di "contenere" e combattere  questo virus.