Ghiandaia

Garrulus glandarius

Caratteri distintivi

Inconfondibile: ha piumaggio cannella rossastro chiaro, con piume del vertice erettili striate di bianco e nero, grossi mustacchi neri, copritrici alari barrate di blu e nero, gola bianca, macchia bianca sulle ali chiuse, groppone bianco e regione cloacale bianca, in netto contrasto con la coda scura. Volo pesante; spesso si può osservare mentre saltella tra i rami degli alberi.

Voce

Quando è indotta a volare, emette un rauco e sonoro ‘skreeeek’; anche vari suoni stridenti e gnaulanti.

Distribuzione generale

Residente comune in tutta l’Eurasia. Le popolazioni settentrionali in inverno si disperdono verso Sud.

Habitat

Più arboreo rispetto agli altri membri della sua famiglia: si trova sempre nelle vicinanze di alberi e, in inverno, in particolare di querce. Nidifica in basso sugli alberi, o su piante alte del sottobosco. In genere è un uccello molto diffidente, anche se oggigiorno è possibile trovarlo pure nelle città.

Alimentazione

In prevalenza frutti di ogni tipo (in particolare ghiande), ma anche invertebrati e piccoli mammiferi; notoriamente deruba i nidi.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

XXXX

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.

    Un anno di rilievi nell’0asi del BrusàGUARDA IL VIDEO