Gruccione

Merops apiaster

Caratteri distintivi

L’uccello più colorato nell’area Paleartica occidentale. Sessi simili. Vertice marrone scuro, groppone bronzo-oro, coda turchese, con due timoniere centrali più lunghe; parti inferiori turchese, che diventano più verdi verso la regione cloacale; copritrici primarie medie e piccole color verde erba, copritrici secondarie castane, scapolari dorate, terziarie verde blu, grandi copritici primarie turchese intenso, remiganti primarie azzurro scuro con riflessi metallici; barra alare nera; fronte bianca, sopracciglio blu chiaro, ampia stria oculare nera (che sfuma nel vertice marrone scuro), gola giallo sulfureo. La femmina ha spesso una leggera tinta verdastra sulle parti superiori (o su parte di esse). I giovani hanno colori meno brillanti; dorso blu verde, scapolari grigiastre, remiganti molto meno brillanti che negli adulti, coda blu chiaro senza timoniere allungate. Volo caratteristico, ondulato e variabile.

Voce

Molto varia. Richiamo più comune un fluente e vivace ‘pruu pruu’. Distribuzione. Visitatore estivo comune. Il numero dipende dalle condizioni ambientali: nelle estati molto calde è presente a latitudini più alte del solito.

Distribuzione generale

XXXX

Habitat

Aree aperte con qualche albero, sponde dei fiumi e nella steppa. Esige temperature calde. Nidifica in buchi, lunghi fino a tre metri, scavati nei banchi di sabbia.

Alimentazione

Prevalentemente api e vespe, ma anche altri insetti che cattura in volo. Avvista la preda da un posatoio al quale fa subito ritorno dopo averla catturata; a volte caccia costantemente in volo. Spesso rimuove il pungiglione delle prede sfregandole sui posatoi prima di inghiottirle.

Riproduzione e uova

XXXX

Distribuzione e presenza nella Riserva Naturale Palude Brusà Vallette

XXXX

Riproduci l’audio

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy.

A seguito della pubblicazione del nuovo DPCM del 9 marzo 2020 su tutto il territorio nazionale, fino al 3 aprile, saranno in vigore le limitazioni nello spostamento e nello svolgimento delle varie attività. Per quanto riguarda l'Associazione Naturalistica Valle Brusà:

  • Annulate LE APERTURE DEL SECONDO SABATO E DELL'ULTIMA DOMENICA DEL MESE
  • Tutte le attività sono sospese fino al 3 Aprile
  • Sede CHIUSA fino al 3 Aprile

Capirete che questa non è una scelta ma una disposizione del Ministero della Salute al fine di "contenere" e combattere  questo virus.